…e dopo la cultura?

Abbiamo imparato di tutto, storia, geografia, i grandi poeti e i grandi scrittori, abbiamo letto Dante, studiato Aristotele e Platone, la guerra mondiale, il feudalesimo, la roma antica. Abbiamo studiato la chimica, il funzionamento della cellula, imparato a calcolare la forze che insistono su di un punto, una leva, abbiamo studiato le derivate e gli integrali.

In tutto questo mai che nessuno ci abbia insegnato a vivere, la formula, se esiste, per essere felici. Per quello ti devi arrangiare, devi far da solo, la devi dedurre dalle tue esperienze. Forse ci impiegherai una vita intera a capire il senso di ciò che ti sta attorno e hai vissuto. Perché tutto questo? Forse non lo capirai mai e ti ritroverai di colpo un vecchietto, con le tue domande irrisolte, arrabbiato di essere invecchiato troppo in fretta, di non aver avuto tempo di raggiungere una cosa così importante. Passerai gli ultimi anni in una casa per anziani, con il grande dubbio se le energie che hai speso nella tua vita abbiano realmente avuto un senso. Forse sarà il gran vuoto che scoprirai aver dentro a darti la risposta, ma incapace di vederlo starai mezzo imbronciato a maledire il mondo e la vita che senti non esserti bastata per agguantare quel sogno, la speranza, quel qualcosa che non sai definire ma che era davanti a te tutto il tempo e non hai afferrato. Ti rimarrà un’amarezza in gola che non saprai più placare e sarà molto triste.

La vita insegna a vivere allo stesso modo di una scuola che insegna ad un visitatore random che entra ed esce a casaccio dalle aule, senza mai fermarsi. Talvolta può essere, che per un caso o per un altro, ci si ritrovi obbligati ad ascoltare tutta una lezione, si impara un frammento di Conoscenza che rimane, forse, o che forse andrà dimenticato, come dopo 5 anni si dimentica cosa si era studiato sulle parole di Platone. Io so dell’esistenza  di grandi saggi che furono, Maestri di vita che insegnarono alla gente a vedere quel sogno e a prenderlo, raggiungerlo e dare un senso alle loro vite, trovare la pace, finalmente. Grandi saggi che insegnarono nelle Scuole la scienza della vita, trasmettendo la Saggezza. Perchè smettere di imparare? Perché credere che l’unica cosa che si impara possa essere la cultura? Perchè non credere all’esistenza dei Maestri? Perché pensare che i Maestri hanno vissuto solo nel passato e che oggi abbiamo cessato di venire al mondo? Oggi più che mai ne abbiamo bisogno e sono tra noi. Cerchiamoli, cerchiamoli col cuore, troviamo i saggi,  è di loro che il mondo ha sete.

Giacomo

Un pensiero su “…e dopo la cultura?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...