Sogliole di sopportazione

L’esperienza del dolore è di difficile descrizione narrativa.
Diciamo che ho mal di schiena. Precisando, qualcosa che si avvicina allo slittamento o fuoriuscita della materia che separa gli elementi di una struttura portante.
Qualcosa su cui è troppo facile fare poesia.

* * *

Dov’ero finito? A Ferrara: un workshop di rigenerazione urbana attraverso installazioni nello spazio urbano. In mezzo agli architetti, c’ero io. La creatività è possibile. Si può fare.
Scopro anche che la creazione è un processo istantaneo supportato da un sottoprocesso costante. Qualunque cosa tutto questo significhi per voi.

* * *

Valorizzare l’esperienza del passaggio.

* * *

“Sei innamorato?”
“Ogni giorno”.

Gianmarco

Annunci

4 thoughts on “Sogliole di sopportazione

  1. Sei hai mal di schiena, stasera riempi la vascha di acqua molto calda, buttaci del sale grosso e rimani dentro consapevolmete finchè diventa tiepida, senza pensare alle n-donne di cui ti sei innamorato il giorno prima.
    Poi vai a nanna! Passa ogni tipo di dolore. Provare per credere.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...