A journey round my skull

E qualche volta si incontrano:

il mare vela cortese le loro basse parole

o un debole intrico di fiori fa cornice.


Invano si parlano,

invano perché non sono più loro

e quel rivedersi quel loro sputarsi ricordi

reciprocamente è pena,

imbarazzo, desiderio di fuga;

invano perché s’amarono un tempo

o perché almeno dissero

un tempo d’amarsi.


Un tempo che sembra talmente lontano

quasi appartenesse ad altre persone.

Carlo

Annunci

4 thoughts on “A journey round my skull

  1. Come chi ha trovato un diamante
    e lo tiene saldo in mano per non perderlo
    poi si abitua col tempo e si dimentica
    così accade che nel cammino si perda
    aprendo la mano per prendere qualcos’altro.
    Così tutto d’un tratto ci si rende conto
    che ormai quella ricchezza è persa per sempre
    che il rimpianto è l’unica cosa che resta
    e che si deve andar avanti, anche se non si vuole.

  2. Molto bella Carlo. Mi riporti anche tu ad una sensazione che ho spesso in questi giorni e cioé al fatto che comunque i nostri “me stesso” passati sono come le pelli del serpente ormai separate da noi e guardandole indietro le percepisco come andate, per sempre.

    Bravo!

  3. Molto delicato e “vero” il tuo scritto!
    Moriamo e rinasciamo ogni istante, in un certo senso. Siamo la sintesi perfetta di passato, presente e futuro. Ma solo il presente conta, l’unico tempo perfetto che abbiamo a disposizione per risolvere il passato e creare il futuro.
    E in effetti, anche rivedendo la mia vita, osservo il Demetrio che fu come “altro” da me. E mi accorgo però come qualcuno crede di avere davanti sempre la stessa persona…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...