Underground

Londra. Mappa. Metro. Monumenti. Foto. Mappa. Metro. Negozi. Shopping. Foto. Mappa. Metro. Musei. Foto. Mappa. Metro. Ristoranti. Cibo. Foto. Mappa. Metro. Hotel.

Barcellona. Mappa. Metro. Monumenti. Foto. Mappa. Metro. Negozi. Shopping. Foto. Mappa. Metro. Musei. Foto. Mappa. Metro. Ristoranti. Cibo. Foto. Mappa. Metro. Hotel.

Parigi. Mappa. Metro. Monumenti. Foto. Mappa. Metro. Negozi. Shopping. Foto. Mappa. Metro. Musei. Foto. Mappa. Metro. Ristoranti. Cibo. Foto. Mappa. Metro. Hotel.

Su e giù, dal sottosuolo, come talpe. Su in superficie, uno sguardo in giro e via, sottoterra, di nuovo, verso il prossimo tunnel. Pochi passi, pochi passi, mi raccomando, pochi passi. Tante foto però, tanto shopping. Mi siedo da Starbucks chiudo gli occhi e mi domando come sarebbe vivere qui, con tutte queste catene di negozi disseminati tra le vie. Un breve viaggio diventa così una toccata e fuga da un mondo che odora di locali, di moda, di internazionalità, di grandi catene di negozi, di quello che non si vive in una città che non è metropoli.

E’ questa la vera felicità? Chiedetelo alle talpe.

Giacomo

Annunci

One thought on “Underground

  1. Eh, caro James, anche a me pesa molto stare sottoterra, in metropolitana. Però la grande città offre occasioni, opportunità, possibilità che non si trovano in città più piccole. Ognuno deve quindi trovare il giusto compromesso in base alle sue priorità ed esigenze 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...