Buon compleanno, Aironi

Scocca la mezzanotte.  Aironi di Carta compie un anno.

Un anno fa ero qui a casa con Giacomo. Di sera, molto tardi. Teorizzavamo questo spazio, pensavamo alla possibilità di abbandonare i nostri piccoli blog per fondarne uno più grande.

Un anno fa ero appena stato a Torino, da Arianna. Nei nostri discorsi più e più volte ci siamo chiesti: “Ma come cavolo si riuniranno le persone, come entreranno in contatto tra loro per cambiare le cose?”.

Un anno fa abbiamo scritto a Gianmarco, a Niccolò e Filippo cercando di estendere il progetto alle persone vicine che sapevamo avere qualche appunto nel cassetto, pronto per essere sfilato di lì, smaterializzato e portato nel virtuale.

 

 

Un anno fa eravamo sei e ora quindici. Eravamo dei punti con qualche idea e ora siamo diventati una rete di progetti a maglie sempre più fitte. Siamo poeti, scrittori, fotografi, disegnatori, musicisti e cantanti. E siamo qui per cambiare  noi stessi e il mondo, in meglio.

Un anno fa eravamo all’inizio. E oggi, che è oggi e che un anno è passato, Aironi di Carta mi piace più di allora. Chissà se piace pure ai lettori, che siete voi e che ci seguite, chi più, chi meno, e noi vi amiamo tutti lo stesso.

Chissà come sarà diverso tra un anno, quando ci saremo sbattuti ancora di più e, con due anni alle spalle, resteremo dei poppanti, ma quasi capaci di camminare sulle nostre gambette incerte.

Chissenefrega, mi dico. Intanto abbiamo compiuto un anno e la Terra ha fatto un giro. E’ scoccata la mezzanotte siderale.

Auguri di carta, Aironi!

Giulio

 

Annunci

10 thoughts on “Buon compleanno, Aironi

  1. Non si viaggia mai da soli, a meno che non lo si voglia dal principio. E anche quando pensi di essere solo, nel viaggio incontri sempre un qualche stormo. Un anno di battiti d’ali, migrazioni comprese. Ed è sempre la bella stagione.
    Crediamo ancora nella rivoluzione? La rivoluzione è forse non pensare alla rivoluzione, un Gattopardo al contrario, non cambiare nulla, perché tutto cambi? Non si sa, solo si può vedere che c’è del vol(o) nella rivoluzione.
    E allora lib(e)riamoci, come siamo decollati un anno fa, continuiamo a nidificare, nidificare, nidificare. Perché se una rosa è una rosa una rosa una rosa, un Airone è un Airone un Airone un Airone!
    Sempre.

    Esprimi un desiderio, soffia.

  2. Grazie Giulio..
    Hai dato molta energia per generare questo spazio virtuale dedicato a chi ama la libertà. Non so se le parole possono davvero cambiare le persone in profondità e se abbiano un’utilità forte in grado di smuovere qualcosa(di sicuro sì, talvolta).. ma senz’ altro è un nobile tentativo e soprattutto è un atto di libertà.
    Sai cosa vedo Giulietto?
    Vedo un gruppo di persone che osa E S I S T E R E e V O L E R S I B E N E.
    Vedo un gruppo di persone che sa ancora S O G N A R E… e A M A R E.
    Qualche anno fa ho sognato un mercatino nel quale volavano leggere molte anime che sorridevano e profondevano amore in ogni direzione, in ogni istante. Ecco chi mi ricordate…
    Grandi aironi, buon compleanno!

    Un abbraccio, Filippo

  3. Me lo ricordo bene il nostro incontro a Torino, Giulietto. I nostri discorsi, la voglia di crescere, comprendere…
    Aironi di Carta per me è casa, ormai. Qui ho incontrato persone che sento vicine, in profondità. Ed è bello – un anno dopo – poter dire: “Ce l’abbiamo fatta: siamo in cammino”.
    Questo, nessuno lo può negar 😛
    Avanti tutta!
    Ari

    P.S: Molto bello il disegno… è di Nicc??

  4. Questo è solo il primo passo per un lungo viaggio. Sentirsi accanto dei compagni non fa che renderlo più piacevole e sebbene sappiamo che quello che abbiamo intrapreso è appena un sentiero, senza mappe e senza indicazioni, viene voglia di prendersi per mano e guardare avanti sereni 🙂

  5. Cari ragazzi, ad un anno di distanza ci siamo!
    Questo nostro piccolo spazio virtuale agisce da forum, da punto di incontro tra amici, conoscenti e sconosciuti… E’ uno spazio per la riflessione, per il confronto, lo sfogo e l’arte nelle sue più varie forme. E’ la nostra piazza, dove di tanto in tanto ci incontriamo-scontriamo sui problemi che affliggono il mondo, il paese, la città o noi stessi. Come in ogni piazza c’è gente che va e che viene, alcuni osservano timidi da dietro una colonna, mentre altri tuonano a gran voce dal loro megafono. E’ bello per questo, perchè piano piano si forma un crocchio di persone … e …

    Rob

  6. Con ritardo, perchè non avevo nulla di figo da scrivere. Allora non scrivo mi son detto, ma lo porto nel cuore, perchè è stato un anno in cui mi son sentito crescere davvero e una parte del merito lo devo a questo spazio.
    Buon compleanno!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...