Un invito

quanti baci perdi, già
li hai persi nelle labbra
di chi siede accanto.
come treni li perdi, come
le stazioni, veloci
alla vista.

il passo disegna cerchi
mentre cerchi di segnare
il passo e ti appendi
all’amore passato, non
apprendi il passato
dell’amore.

Gianmarco

Annunci

5 thoughts on “Un invito

  1. Giammy… mi piace a lot!

    quanti treni… visibili e invisibili..

    quanta libertà…

    spesso mi viene in mente il film “sliding doors”,
    sia salendo, che non salendo… non sai mai che cosa ti aspetta!

    E, talvolta, non salendo su un treno visibile, sali su uno invisibile…

    Un abbraccio!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...