Invidia

Una donna, come me, le capita d’esser stanca, a volte triste, persino – forse – si dispera nella solitudine, d’un viso che pure io vedo così, e sa – come fa? – tenere in piedi cose che a me sembra, insomma, e parla in un modo che io rimango, ama – questa, poi! – senza paura di sbagliare, e con piedi leggeri – ah! – si leva di torno i rifiuti ingombranti.
Ma quel che è peggio: ci sono occhi, che vedono me, in quella donna.

Arianna

dipinto: Federico Marchinu

Annunci
Questo articolo è stato pubblicato in Pensieri e contrassegnato come , da arikita . Aggiungi il permalink ai segnalibri.

Informazioni su arikita

Che ci faccio qui, su questo pianeta? Di preciso non lo so. Me lo chiedo spesso, però. Per ora sono arrivata alla conclusione che sia per contribuire a rendere la realtà interna (me stessa) ed esterna (il mondo in cui vivo) un posto più accogliente per tutti. Per sentire mie le battaglie combattute in nome dell’uguaglianza, della libertà, della giustizia. Per esercitare la compassione e provare a comprendere.

5 thoughts on “Invidia

  1. Ari, che leggera ironia e verità, nello spaesamento di noi stessi, nella sorpresa – a volte dolce, a volte spaventevole – di quel che di noi evolve. Grazie. E bacio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...