Spostamenti d’odio

Dimmi, come fai ad odiare?
Basta odiare intensamente e profondamente se stessi. E poichè è molto difficile accettare di essere diversi da come si vorrebbe si sposta così l’odio, come si sposterebbe una molletta, attaccandolo a chi ti circonda, ti guarda, ti parla, ti ama, perchè sono come tu non sei, perchè hanno quello che tu non hai, e non credi di poterti cambiare.

Giacomo

Annunci

Un pensiero su “Spostamenti d’odio

  1. Proprio così.
    Molti anni fa (almeno dieci… mi sto sentendo vecchia :-P) ho letto “La fata carabina” di Daniel Pennac e mi è rimasta impressa una frase, che più o meno recita: “Sempre la solita storia: quando ce l’hai con te, va sempre a finire che te la prendi con qualcun altro”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...