Pomeriggio d’afa

Pensieri al condizionale passato, quelli che ormai, con potere e dovere confusi, come gocce, di sudore o pioggia, o forse.

E pianto acuto di donna, bambini cantano, gli indiani al centro della terra, cappotti sul braccio, fa caldo.

Poi è soltanto, nell’afa, latrare di cani.

Domanda: “Andate d’accordo?”
Risposta: “Sì”
(sospiro)
“Ma siamo tristi”.

Arianna

Dipinto: Federico Marchinu

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...