Si salvi chi può

Un’insegnante che lavora in un liceo privato, di quelli da figli di papà con il SUV e la villa in collina, racconta che i suoi allievi restano stupiti alla vista delle manifestazioni studentesche. “La cosa peggiore è che sono sinceri quando chiedono come mai quei ragazzi protestano… ignorano completamente le sofferenze dei loro coetanei. Con la disoccupazione giovanile al 30% come si fa a chiedersi cosa c’è da protestare?

***

Una ragazza che vive in una zona periferica, di quelle definite “quartieri-dormitorio”, racconta di essere disoccupata da due anni. “Due anni senza lavoro vuol dire due anni senza stipendio… t’immagini cosa significa? Per fortuna ci sono i miei… però mi pesa dover chiedere a mio padre i soldi per l’affitto. Per uscire, poi, non esco quasi mai. E allora anche gli amici… del resto, se non puoi neanche pagarti una pizza dopo un po’ la gente si rompe”

***

Ad un certo punto, un evento doloroso cessa di venir nominato e diventa, semplicemente, “quello che è successo”. “Dopo quello che è successo”, “visto quello che è successo”…
Se però si riesce a parlarne più raramente e, quando lo si fa, si nomina l’evento, significa forse che si sta cominciando a guarire.

Arianna

Annunci
Questo articolo è stato pubblicato in life e contrassegnato come , da arikita . Aggiungi il permalink ai segnalibri.

Informazioni su arikita

Che ci faccio qui, su questo pianeta? Di preciso non lo so. Me lo chiedo spesso, però. Per ora sono arrivata alla conclusione che sia per contribuire a rendere la realtà interna (me stessa) ed esterna (il mondo in cui vivo) un posto più accogliente per tutti. Per sentire mie le battaglie combattute in nome dell’uguaglianza, della libertà, della giustizia. Per esercitare la compassione e provare a comprendere.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...