Terrasse d’un café, 22h, été

Lui : Car il n’y a rien de si agréable que d’aimer ce qui est digne d’amour. L’amour est cette affection qui nous fait trouver du plaisir dans les perfections de ce qu’on aime…   Elle : (se racle la gorge et fronce les sourcils ; inspire profondement)
Lui : …et il n’y a rien de plus parfait que Dieu, ni rien de plus charmant.
Elle : (détend les sourcils ; expire)
Lui : Pourvu qu’on y ajoute la préformation déjà tout organique dans les sémences des corps qui naissent, contenues dans celles des corps dont ils sont nés, jusqu’aux sémences premières…
Elle : (pince la bouche et regarde ailleurs)
Lui : …ce qui ne pouvait venir que de l’auteur des choses, infiniment puissant et infiniment sage.   (Long silence)
Lui : (soupire ; d’un ton résigné) Ce ne pas de votre faute, je comprends parfaitement qu’une jeune fille de votre âge ne s’intéresse pas à un homme de 350 ans.
Elle : J’espère que vous ne le prendrez pas mal, M. Leibniz.

[Extraits de la Préface des Essais de Théodicée]

Martin

***

Lui : Perché non c’è niente di così piacevole che amare ciò che è degno d’amore. L’amore è questo affetto che ci fa trovare piacere nelle perfezioni di ciò che si ama…
Lei : (si schiarisce la gola e aggrotta le sopracciglia; inspira profondamente)
Lui : …e non c’è niente di più perfetto che Dio, niente di più affascinante.
Lei : (rilassa le sopracciglia; espira)
Lui : Posto che si aggiunga la preformazione già organica nei semi dei corpi che nascono, contenuti in quelli dei corpi che sono nati, fino ai semi primi…
Lei : (si morde le labbra e guarda altrove)
Lui : …ciò che non poteva venire che dall’autore delle cose, infinitamente potente e infinitamente saggio.  (Lungo silenzio)
Lui : (sospiro; con tono rassegnato) Non è colpa sua, capisco perfettamente che una giovane ragazza della sua età non si interessi a un uomo di 350 anni.
Lei : Spero che non la prenda male, Signor Leibniz.

 [Frammenti della Prefazione dei Saggi di Teodicea]

 

Annunci
Questo articolo è stato pubblicato in Micro-récit da arikita . Aggiungi il permalink ai segnalibri.

Informazioni su arikita

Che ci faccio qui, su questo pianeta? Di preciso non lo so. Me lo chiedo spesso, però. Per ora sono arrivata alla conclusione che sia per contribuire a rendere la realtà interna (me stessa) ed esterna (il mondo in cui vivo) un posto più accogliente per tutti. Per sentire mie le battaglie combattute in nome dell’uguaglianza, della libertà, della giustizia. Per esercitare la compassione e provare a comprendere.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...