Automobili, pm10, e petrolio: che fine fa la nostra aria?

Per andare al lavoro o per lavorare ti serve una macchina. Quindi trovi un altro lavoro provvisorio, o dei prestiti, o entrambi, per comprarti una macchina, così puoi cambiare lavoro e cominciare a pagarti le rate della macchina. Dopodiché lavori per pagare la benzina, l’assicurazione, il bollo, il parcheggio. Viviamo in una società che viaggia al rovescio. Una società che ti vende shampoo e saponi per sgrassare la pelle e ti vende in accoppiata balsami, creme idratanti, lozioni per capelli…per riequilibrare il sebo naturale e i danni che ti sei fatto usando gli shampoo. E’ una società che disinfetta tutto e rende gli ambienti sempre più puliti, asettici, e così i cibi, senza un batterio che sia uno, tutto sterile, acque e bevande filtrate. Il che sembra un bene da un certo punto di vista se poi non scopriamo che le nostre difese immunitarie, non più stimolate dagli attacchi naturali ambientali, si abbassano. Così, lottando a più non posso contro batteri e virus, ci ammaliamo di più. Basta un colpo di tosse di un collega, un colpo di freddo, che già abbiamo il naso che cola il giorno dopo.

E spiegatemi come mai ci vendono automobili che inquinano. Non è proprio possibile inventare un’automobile che non inquini? Insomma, la pago, e mi inquino l’aria che respiro, così mi ammalo, e pago per comprare farmaci per curarmi, e finisce che non posso nemmeno usare l’automobile se non è euro mille perché c’è il problema delle PM10, e se la uso prendo la multa, oppure pago per una nuova automobile o per un impianto a GPL. Mi sembra che tanti dei soldi del mio stipendio, con la fatica che si fa per guadagnarli, vadano in spese assurde per sistemare problemi che ci auto-produciamo.

Poi dietro l’angolo di casa mia passa un camion, o un’autobus, e non riesco nemmeno a respirare, devo trattenere il fiato, camminando veloce sul marciapiede per raggiungere una zona di aria pulita. Ma vi sembra normale? Che vivo in un posto dove devo trattenere il respiro dall’inquinamento che c’è? E’ completamente assurdo che il governo non vieti da subito la vendita di automobili che inquinano!! Se vietano l’uso di sostanze-additivi cancerogeni nella produzione dei cibi spiegatemi perché non vietano anche l’uso di macchinari che producono e rilasciano sostanze cancerogene nell’ambiente!!

Vorrei tanto riappropriarmi dell’aria. Anche quella come l’acqua è di tutti, è un bene prezioso, necessario alla vita, e abbiamo il diritto di poterla respirare senza rischi, sempre, in qualsiasi situazione e ambiente. Capisco che le automobili servano, ma non serve che vadano esclusivamente a benzina o petrolio. Dobbiamo affrancarci da queste fonti di energia obsolete e dannose. Servono parcheggi gratuiti sotterranei sotto tutta la città, e servono nuove tecnologie, utili, valide, economiche, per poter alimentare i nostri mezzi di trasporto.

Giacomo

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...