Smania di luce

Cartier getta diademiDSC_0033

oscuri nella notte

e la mela rimane

con la scorza ferita

acerba e incompiuta

là in alto, e vivifica

le figure spettrali

di persone che vanno

come fieri fantasmi

o mannari alle lune

del lusso e degli schermi

e dita sopra e asettico

pulito di niente,

come una mètro stanca

metallica e chiara

di igienico splendore

abbandonata nel buio

d’una via sotterranea.

Incartati nei pixel

gioielli di natale

ed un brusio meccanico

tra le solite note

che si muta in urlo

di possesso e di spesa.

Sono quasi un naufrago

ammarato sbagliato

al formicaio asfaltato

dei ricchi e dei poveri,

del consumo sfrenato

di diamanti e di i-phòne.

fotografia:  luci  natalizie e maxischermi a Hongkong

Giulio

Annunci

2 thoughts on “Smania di luce

  1. Molto bella la foto e ottimo idea quella di affiancarla alla poesia in tutta la sua lunghezza, il lettore scopre a poco sia il testo sia l’immagine…
    Mi sono piaciuti molto i versi “come una mètro stanca/metallica e chiara/di igienico splendore”, rendono proprio l’idea 🙂
    Un abbraccio!

    • Ari! Grazie questo tuo commento mi ha fatto molto piacere perche’ quei tre sono i miei stess versi preferiti!

      Dopo andava avanti:

      abbandonata nel buio
      di una vena sotterranea

      invece che di una “via” ma forse la vena era troppo…e l’ho tolta.

      Un abbraccio,
      G.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...