Doveva chiamare Cassano

All’indomani della sconfitta della nazionale ai mondiali 2010
l’Italia pullulava di massimi esperti di calcio, ciascuno con un’idea
precisa su che cosa Lippi avrebbe o non avrebbe dovuto
fare, espressa con compiaciuta sicumera.
“L’avevo detto io che doveva chiamare Cassano”, “Doveva
mettere Quagliarella prima, si vedeva che era in forma, no?”
“Se avesse chiamato Balotelli…”. Tutti d’accordo su una sola
cosa: Lippi era un coglione. Finché aveva vinto “viva Lippi, grande
Lippi, Lippi è un genio” ma appena ha perso “Lippi è un coglione”,
e “adesso finalmente se ne va a casa…”. Perché in Italia la persona
in vista che sbaglia non merita alcun rispetto.
E’ lo stesso atteggiamento che si vede in generale nei confronti del potere.
Quando rimise in sesto la Fiat votata al fallimento, “viva Marchionne”.
Ora invece la Fiat stenta. Milioni di esperti dell’automobile avevano previsto tutto, “L’avevo detto che la Fiat chiudeva in Italia” e che sanno benissimo
qual è la strategia giusta “Deve lanciare nuovi modelli”.
Siccome il lancio della 500 negli Stati Uniti è andato meno bene
del previsto, “Marchionne è un coglione”. Adesso non resta che sperare che
“se ne vada via dall’Italia, finalmente”
Oggi, tutti in cattedra a spiegare che cosa avrebbe dovuto fare
Napolitano: “L’avevo detto che era meglio andare a elezioni una anno fa”
“Doveva dare il mandato ai 5 stelle, così li avrebbe responsabilizzati”
“Doveva dimettersi, così si accelerava il voto”… Per fortuna,
“Fra due settimane se ne va a casa”.
Naturalmente non voglio mica difendere Marchionne. E’ un manager odioso
che ha ingaggiato una violenta battaglia per schiacciare i sindacati
e propone l’inasprimento delle condizioni di lavoro e il contenimento delle
retribuzioni come soluzioni per recuperare terreno sui competitori.
Non lo stimo come persona e gli sono ostile dal punto di vista culturale e
politico. Ma per quanto riguarda la sua performance come manager,
ed escluivamente quella, non credo di poter esprimere un giudizio critico con
cognizione di causa, e non mi sento di giudicarlo un coglione se sbaglia
un’operazione commerciale – così come non diventa automaticamente un genio, o peggio ancora un salvatore della patria quando invece ne azzecca una.
Allo stesso modo, non volgio difendere Napolitano. Per rimanere al tema caldo,
la scelta dei nomi dei dieci “saggi” è pessima. Uno sbaglio. Così come uno
sbaglio (dalle gravissime conseguenze) è stata l’intera operazione Monti.
Napolitano è ciò che è, un vecchio politico bacchettone formatosi in quella scuola di moralismo, tatticismo e autoritarismo che era il PCI di Togliatti. Ma
è anche un anziano, dignitoso signore di 86 (ottantasei) anni che
deve reggere i fili di un paese anarchico in una congiuntura politico-economica
quasi impossibile, avendo spesso a disposizione pochissimo tempo per prendere le decisioni.

Quello che non mi piace – ed è questo Il mio punto – è il tratto antropologico, culturale che mi pare di individuare nei discorsi che si sentono in giro.

L’incapacità di esprimere giudizi vagamente ponderati sull’operato degli uomini di potere, ferocemente critici ma non lividi, gelidamente freddi ma non cinici, aspramente severi ma non sprezzanti, mi sembra un segno di immaturità politica nonché il riflesso un brutto carattere degli italiani, il servilismo.

I toni e i modi dei commenti della gente mi sebrano riflettere una psicologia antica, quella del contadino che a tratti osanna il barone, ma gode quando la sua carrozza va fuori strada, quella del servitore che la sa sempre più lunga del padrone ma esprime le critiche sottovoce – finché non c’è uno scandalo e il padrone non cade in disgrazia.

Annunci

One thought on “Doveva chiamare Cassano

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...