Puzza di povertà

Ieri sul tram un uomo si è seduto di fianco a me.
Era vestito con un giaccone liso e sporco, aveva i capelli unti, le mani tagliuzzate, e sporche pure loro. Puzzava.
Puzzava davvero. Tanto. Facevo fatica a stargli vicino.
Non volevo però alzarmi e cambiare posto, perché temevo potesse rimanerci male.

IMG_1186

Ho resistito un po’, forse dieci minuti.
Poi mi sono alzata e mi sono avvicinata alle porte d’uscita, fingendo di dover scendere alla fermata successiva. Il tram era abbastanza pieno, c’erano altre persone tra me e quell’uomo. Spero non abbia notato la mia mossa.

E’ successa una cosa da niente, forse.
O forse no.

Arianna

Foto: Mosca 2012

3 pensieri riguardo “Puzza di povertà

  1. Ciao, Tu forse non lo sai ma esistono anche poveri che non puzzano…questione di dignità. Uno che puzza vuole essere emarginato. Se gli fai un bel gavettone di acqua fredda fai solo una buona azione…

    1. La persona nello specifico non credo avesse una dimora fissa e di conseguenza non so quanto gli fosse possibile accedere a condizioni igieniche dignitose…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...