Che sarà mai

Ancora quei suoni acuti,
e poi rochi, bassi ritmati
ruvidi:
abbaio di cani.

Oppure singhiozzi.

Devo alzarmi e aprire la portaIMG_2434 per vedere
quello che ascolto:
è il tuo pianto, i cani per ora
niente, forse la siesta,
seduti, la lingua di fuori,
mangiano, bevono
nelle scodelle tonde.
Sempre tonde – ci hai fatto caso?

I cani niente, dunque
sei tu, che piangi.
E io che speravo di aprire la porta e trovarti
affaccendata, piena
di cose intenta, appena
un sopracciglio inarcato domandare:
“Che sarà mai?”.

I cani.
Abbaiano.

Arianna

Foto: Bom Jesus do Monte, Portogallo 2013

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...