Può capitare

Ci sono cose che capitano.
Alcune volte, quando una cosa capita, si dice: “Può capitare”.
Altre volte invece – rispetto a una cosa capitata – si esclama: “Ma non è possibile!”, come a protestare contro quel capitare irrispettoso della cosa.
Le cose a cui si accorda il potere di capitare, però, non sono quelle che capitano di solito. Le capitanti abituali sono, semplicemente, cose che capitano.
Invece le cose di cui si dice che possono capitare sono quelle a cui fino ad allora non si era pensato in termini di cose che capitano: parevano piuttosto cose che eventualmente, ma difficilmente e, se proprio, tendenzialmente agli altri. Che è una forma di capitare più leggera.
Infatti si dice a volte: “Ma lo sai cosa mi è capitato?”, proprio per includere quella cosa che poteva (eventualmente, difficilmente, se proprio, tendenzialmente) tra le cose che capitano.

Arianna

4 pensieri riguardo “Può capitare

    1. Mmh… intendi dire che le cose capitano “per caso”? Non mi sono avventurata – se era questo – in una discussione sulle ragioni del capitare… ma perché no, potrebbe essere.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...