Un povero come tanti

Milano, 8 di mattina, sul tram si sale e si scende solo sgomitando.
Un uomo senza gambe striscia in mezzo alla gente, con un barattolo in mano: qualche moneta già dentro, ne chiede altre.

“No! Vattene!” – una signora si infastidisce
“Ma io sono povero…”
“Poveri ce ne sono tanti… Non mi devi toccare!”.

3 pensieri riguardo “Un povero come tanti

    1. Sì, ho assistito alla scena.
      Le cose più incredibili sono vere. Leggevo tra l’altro che nell’ultimo film di Ken Loach hanno inserito alcuni elementi di finzione perché la dura realtà non sarebbe stata creduta dagli spettatori…!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...