Lieve turbolenza

Flew flew

out in the blue.

Capriole di petali

umani giù dal cielo

e voli

voli di bimbi

e madri e padri

e uomini in viaggio

che precipitano,

i silenzi diventano

attimi inaccessibili e stanchi

grumi misteriosi di lamiera.

Strano solido arrivo.

Galleggiano lacrime d’olio

sull’oceano antico,

galleggia il dentro

mentre i fuori affondano

miserabili.

Lieve turbolenza, si

foriera di pianto.

Poesia dedicata, a chi come me, ha paura di volare e tutte le volte s’immagina il disastro e suda e non accetta che andrà tutto bene.

Acquarello di Niccolò.

Giulio

Al cielo

Areoporto, attesa
quante volte.
Quanti volti
nuovi
mescolati ai ricordi.
Albeggia,
il rombo di fuori
di turbine e di pioggia:
in alto portiamo
i sogni e
le paure di sempre.
Al cielo,
sopra le nuvole.
Giulio