Sulla morte di Steve Jobs

Io credevo che, se la Apple è eterna, anche il suo fondatore Steve Jobs dovesse esserlo. Pensavo che l’ipad consegnasse l’uomo all’eternità e invece alcuni giorni fa mi sono dovuto ricredere: anche nell’era dell’informatica, anche con lo smartphone, si muore. Strano, eppure è così. Nonostante i dati non invecchino, i processi biologici fanno imperterriti il loro corso e anche l’uomo informatico alla fine si pone, come quello dell’età del bronzo, disteso, in una bara.

Giulio