sulla strada

Questa mattina, sul selciato di una delle vie pedonali più calpestate del centro di Milano, ho incontrato Venere.

2013-08-06 09.23.38

Sono tornato con la mente a quattordici anni fa quando, un po’ per gioco ed un po’ trascinato dalla curiosità, mi misi a fare il madonnaro per le strade di Dublino. Gessetti colorati al seguito, disegnai una mano che disegna, in perfetto stile Escher (credo per altro di averne ancora una foto, in un qualche cassetto). Raccolsi due pounds e qualche manciata di pence, ma soprattutto tanti volti, tanti sorrisi, tante chiacchiere, tanta birra, nonché altre mani che disegnarono insieme alle mie la prima immagine che capitò davanti agli occhi (era una cartolina raffigurante la locandina di un film di Almodovar).

Camminare per le strade di Milano, in questi giorni, è perdersi tra i colori dei madonnari, il ritmo di chitarre, armoniche e grancasse degli one man band, la plasticità dei mimi, la melodia ipnotica degli hang drum.
Camminare per le strade di Milano, in questi giorni, ha il sapore d’Irlanda.