Castelli di sabbia

Occhi persi, o forse ritrovati,
che guardano un punto al cielo
lassù, lontano,
io non capisco dove viaggi
uomo dei sogni.

A volte sembra
che contieni il mondo
che capisci logiche importanti
che carpisci il senso di tutto questo
e penso, che forse,
tutte le mie idee sono come castelli
fatti un po’ di carta e un po’ di sabbia
costruiti là che non stanno:
imperi d’impermanenza
nella terra degli uragani.

Giacomo