tutto quel girato

E’ stato pubblicato da Barabba edizioni sul proprio blog – che non a caso si chiama lennesimoblogdellafantascienza – il post “Tutto quel girato”, estratto da “L’ennesimo libro della fantascienza”. “Tutto quel girato” è un’idea di scrittura collettiva. Quello che segue ne è il risultato.

L'ennesimo blog della fantascienza

di vari bellissimi Autori coordinati da Simone Magnani “purtroppo”

Prologo

Nel quartiere se ne parlava già da un po’. Ma si sa come vanno queste cose: a ogni festa estiva dove si può anche mangiare e si può anche ballare, alla fine si finisce che si può anche bere. E si beve.
I racconti del giorno dopo, vengono sempre accolti con qualcosa di ancora diverso dallo scetticismo. È più disinteresse. Disinteresse misto a una certa dose di fastidio. Come verso i racconti delle vacanze di un vicino di casa.
Ma tra i molti abitanti del quartiere Torreverde , ormai era l’argomento del giorno. E nessuna pigra indifferenza estiva, riusciva a smorzare la forza contagiosa di quelle voci.
Sembrava infatti, che dopo l’una di notte, una strana luce girasse sopra quel piazzale. Volteggiando ripetutamente centinaia di metri oltre le file di lampadine appese sulle piste. Descrivendo rotte che no, non potevano…

View original post 3.611 altre parole

Antroproduzione: oltre il Rettangolo

THE TELESCREEN RECEIVED AND
TRASMITTED SIMULTANEOUSLY. ANY SOUND
THAT WINSTON MADE, ABOVE THE LEVEL OF A
VERY LOW WHISPER, WOULD BE PICKED UP BY
IT, MOREOVER, SO LONG AS HE REMAINED
WITHIN THE FIELD OF VISION WHICH THE
METAL PLAQUE COMMANDED, HE COULD BE
SEEN AS WELL AS HEARD.

1984 – Orwell

Dalla sua nascita il CEFALEO fu diviso in tre reparti, che svolgevano mansioni differenti. Il Primo Reparto era l’organo decisionale, il cui direttore faceva direttamente riferimento alla Commissione di Finanziamento. Il Secondo Reparto aveva invece la funzione di monitoraggio della popolazione Europea, di indagine statistica e sociale. Questa sezione era incaricata tra le altre cose di redigere il Rapporto di Disviluppo (*1). Il Terzo Reparto era quello incaricato della ricerca e della sperimentazione di nuove tecnologie.

A seguito di una indagine svolta dal Secondo Reparto nell’88 emerse una gravissima mancanza legata all’utilizzo del Rettangolo. Lo strumento di Philips veniva già utilizzato su larga scala, tuttavia, nonostante le politiche di cinestasi (*2) messe in atto, ci si rese conto che vi erano alcune parentesi temporali anche molto cospicue in cui la popolazione non entrava a contatto né con le emozioni negative fornite tramite la tecnica di Telegiornale, né con altri strumenti creati appositamente per l’apatizzazione.

In questo modo si rese necessaria l’invenzione di una tecnologia che permettesse all’essere umano ordinario di auto indurre una frattura nella propria realtà qualora ne sentisse la necessità e quindi anche lontano dal Rettangolo installato all’interno dell’abitazione. Fu il Terzo Reparto a porre rimedio a questo inconveniente. In un breve lasso di tempo furono sviluppati due strumenti capaci di ridurre questo difetto, due tipologie di Rettangolo portatili: Rettatile e Rettafono.

Note

(*1) il Rapporto di Disviluppo conteneva tutti i dati relativi allo sviluppo inverso della popolazione Europea e prendeva in considerazione cioè tutti quei parametri che andavano poi a comporre il CdC. Tale rapporto conteneva dati suddivisi per nazione.

(*2) la cinestasi è una politica introdotta dal CEFALEO nell’85 insieme alla sovralimentazione, atta a favorire un rallentamento e una atrofizzazione del veicolo fisico. Una minore mobilità fisica risponde ad una minore mobilità mentale e quindi a un CdC più ridotto.

Giulio