Invidia

Per chi non conosce il male
o lo conosce ma solo un po’, così,
per sentito dire:0328
magari il figlio dell’amico,
un lontano cugino, la sorella
del cognato o addirittura
nessuno
di sua conoscenza, proprio nessuno.

Per chi ha conosciuto il male
ma ha vissuto anche senza:
arrivato, e poi andato.
Per chi ha pensato: fine! Ora si parla d’altro.

Per chi non riesce a immaginare
niente
di così terribile da far dubitare
che ne valga la pena, per chi dice
massì, dai, in fondo
ce la siamo sempre cavata tutti, no?

Per questi ed altri:
invidia
come una protesta contro
come dire basta
e poi voglio
anch’io voglio, come gli altri
altrove
altre difficoltà, va bene,
ma di queste: basta.

Arianna

Foto: Eleonora Pascai

Invidia

Una donna, come me, le capita d’esser stanca, a volte triste, persino – forse – si dispera nella solitudine, d’un viso che pure io vedo così, e sa – come fa? – tenere in piedi cose che a me sembra, insomma, e parla in un modo che io rimango, ama – questa, poi! – senza paura di sbagliare, e con piedi leggeri – ah! – si leva di torno i rifiuti ingombranti.
Ma quel che è peggio: ci sono occhi, che vedono me, in quella donna.

Arianna

dipinto: Federico Marchinu

L’invidia è un trucco

L’invidia è un trucco della mente per distoglierti dalla tua condizione e farti pensare a quella in cui si trovano o, meglio, sembrano trovarsi altre persone.
È rassegnata quando ti fa dire “Come sarebbe bello essere al suo posto!” e poi aggiungere: “Tanto non accadrà mai”. È arrabbiata quando ti fa stringere i pugni e urlare contro il cielo : “Perché non è capitato a me?”.
Ma qualunque forma assuma, l’invidia è un trucco e c’è l’inganno. La mente si distrae da se stessa e guarda fuori, all’esterno. Che ne sa di quel che contiene la mente dell’invidiato? Quali emozioni la attraversano, quali pensieri, preoccupazioni? Eppure pretende di sapere che, per certo, la condizione dell’altro è migliore, più felice, desiderabile. Ma è un trucco per non farti pensare a ciò che importa davvero: cosa ti manca? Perché non sei soddisfatto della tua vita? C’è qualcosa che potresti fare per stare meglio?

Arianna