Senza sequenza

Scusate il silenzio. È solo che mi annullo.
Piano piano, a poco a poco.
Scusate, è solo che le parole, il silenzio
le contagia.
Come non ci fosse che il torto, tutto
il torto. E la punizione.
Reazione, azione, senza sequenza.
Solo il sangue avvelenato di un nesso.

Gianmarco

Desiderio d’effimera stella

Tu chiedimi la parola segreta
per descrivere il volo dell’aquila
che nel desiderio brama la meta
e s’invola per ghermire una stella.

Dopo la presa riaperto l’artiglio
non resta però che misera pietra,
brutto rimane un contorto gheriglio
l’obliqua ombra di una lucciola tetra.

Senza chiedersi davvero chi sono
bussano gli uomini bimbi alla porta
di esseri immensi e pretendono un dono.

Mai la conchiglia del cielo rivela
nemmeno alle aquile il nome segreto,
eppure da essa la luce trapela.

Giulio

Una poesia diversa…

Parole per esprimere, parole per recitare.
Parole per condurre, parole per insegnare.
Voglio le parole.
Parole.
Parola.

P.A.R.O.L.A.
Lettere.

Pa-ro-le
Sillabe.

Paaroolee
Suoni.
SUONI.
Suòoooooooni.
Sùooooooooni.

Vibrazioni.
Arrivano informazioni.
Non solo parole.
Ma vibrazione, voce.
Voglio la Voce oce.
Voce per esprimere imere.
Voce per comunicare unicare.

Sguardo e voce.
Guardo.
Guardo la voce.
Canto.
Anto.
Guardo dentro.
Entro.
Vibrazioni.
Guardo intorno.
Sorrisi, emozioni.
Visi distesi.
Visi contratti.
Voglio il sorriso.
Voglio la Voce per creare un Sorriso.
Viso
sereno, sguardo
d’arcobaleno
infinito
profonda marina verità
d’intensità
INCOMUNICABILE.

Rimane radente
nell’aria
leggera
leggiadra
volontà
che avvenga
la vita
travolgente
vibrazione.

Giacomo