Vuoto suono pieno

E’ quello!
Sì è quello che mi prende e brucia
che mi colpisce la testa e urla
e l’urlo si alza, rimbomba
mi annienta.

E’ quel punto
da cui nasce e si irradia
come un suono continuo
l’opera eterna sulla mano dell’uomo:
e mi spaventa.

E’ così,
lo sanno tutti ma non a parole
una sensazione interna chiara
che precisa ci batte
o che forse ci bussa.

Giacomo

Annunci