Abbandono

Non voglio trattenere più, voglio lasciarmi andare, airone libero che più non pensa ma che si affida al soffio del vento. Come in una postura yoga la paura del muscolo che stirandosi arriva a dolere non poco, così il lasciar andare, vincendo la paura del dolore, è la scelta opposta a quella che razionalmente sembrerebbe la più logica. Vinco la paura e mi lascio cadere. E’ così che si può decidere di lasciar che accada, che il naturale scorrere degli eventi prosegua il suo corso, rilassando i muscoli ancora contratti che paurosi ci separano dal più totale abbandono di noi stessi.

Voglio abbandonarmi alla vita, non voglio più, pauroso, trattenermi. Lasciamo che accada, lasciamo che si viva, finalmente, con la mano aperta e non più a pugno, con tutti i muscoli contratti.

Gli ultimi due, il cuore e la mente.

Giacomo